Author Archive

Home / Author's Article(s) / Admin

Estratto dall’articolo di Terra e Vita del 27/01/2023  (edagricole.it)

La Sicilia, afferma il Direttore, Dario Caltabellotta punta sulle filiere. Frutti tropicali in primo piano.
Sicilia, poche misure per essere efficaci

Dario Cartabellotta

«C’è stata una grande condivisione degli obiettivi e una compattezza nelle scelte: puntiamo su poche cose ma su quelle che servono: agricoltura biologica, giovani e investimenti, sia per le aziende agricole che agroindustriali – spiega il dirigente generale del settore Agricoltura della Regione siciliana Dario Cartabellotta –. L’obiettivo è arrivare a quello che da vent’anni viene scritto nei regolamenti comunitari, cioè il trasferimento di valore aggiunto agli agricoltori. Negli ultimi tempi con i contratti di filiera di certo abbiamo iniziato ad andare in questa direzione».
«Vogliamo attrarre nuove realtà agroindustriali perché la Sicilia può produrre praticamente tutto, compresi i frutti tropicali – aggiunge –. Secondo l’ultimo rapporto di Unicredit l’agrifood Sicilia è arrivato a 9,3 mld di euro di fatturato, 20 anni fa eravamo a due.
E per spendere i soldi nei tempi previsti? «Bisognerà passare dalla proroga alla premura. Il fattore velocità diventa fondamentale, come amministrazione abbiamo una grande responsabilità: dobbiamo fare bandi veloci in tempi veloci altrimenti regaleremo soldi alle Regioni più virtuose».

Raccontare la realtà: Italia ieri e oggi è il titolo del Convegno che la Cattedra di Letteratura italiana contemporanea del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Palermo ha realizzato dal 27 al 29 ottobre 2022 all’interno del XXV Congresso dell’AIPI (Associazione Internazionale Professori di Italiano).

Il convegno nasce dall’esigenza di ritornare al tema della “realtà”, dopo il predominio della virtualità nel tempo della pandemia e trae spunto dalla celebrazione del centenario di Giovanni Verga, uno scrittore centrale nella storia letteraria italiana, che, dalla specola liminare della Sicilia, dalla prospettiva della lontananza, ha appuntato il suo sguardo impietoso sulle contraddizioni della storia nazionale, stringendo in un nodo inscindibile letteratura e realtà. In stretto raccordo con la il presidente del Comitato organizzatore, la prof. Domenica Perrone, abbiamo condiviso la rilevanza culturale dell’evento che ha portato a Palermo studiosi provenienti da tutto il mondo, ed abbiamo preparato una degustazione speciale di prodotti siciliani, la sera della giornata inaugurale, nell’ambito di un aperitivo di benvenuto ai soci, a conclusione della visita al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino. I professori, provenienti da diverse Università italiane, dall’America del Nord e del Sud, dalla Germania, dalla Francia, dalla Spagna, dall’Olanda, dal Belgio, dalla Polonia, dalla Romania, dalla Russia, dalla Bulgaria, dall’Africa, hanno degustato le nostre eccellenze agroalimentari e ne hanno condiviso il racconto, dalla viva voce dei ricercatori e delle aziende che hanno aderito all’iniziativa. In un contesto di fruttuosa contaminazione culturale, grazie al ruolo di collante, esercitato dall’interesse per la lingua, la letteratura e la cultura italiane.

Il menù del nostro aperitivo ha raccontato la cultura alimentare siciliana, il cibo d’altri tempi, oggi più che mai in voga, grazie al riconoscimento, da parte dell’Unesco, della Dieta Mediterranea, come patrimonio dell’Umanità. Il cibo vero e autentico che mette insieme cultura, gusto e salute e che ha permesso ai nostri nonni di “campare cent’anni”.

Grazie alla collaborazione delle aziende e dei progetti di ricerca e di promozione attivi a livello regionale abbiamo degustato la frutta tropicale del progetto Tinfrut – Tropicali di Sicilia dell’UNIPA – Azienda Ezio Gambino, i legumi dell’Associazione APS legumi siciliani – Legumeria di Salvatore Cassarinoe la frutta secca di Materlandsrl. È stato infine omaggiato, a tutti i partecipanti, il segnalibro “per crescere in salute e invecchiare con successo” realizzato dal Comitato di Esperti dell’Idimed (Istituto per la promozione e la valorizzazione della Dieta Mediterranea).

Il 6 giugno 2022, in occasione del sesto incontro del progetto Hospital Chef – La buona cucina in ambiente sanitario, dedicato alle “Fantasie di Frutta e Verdura” lo chef Saverio Patti, dell’Associazione Provinciale cuochi pasticceri di Palermo ha preparato un piatto speciale, in onore del progetto TINFRUT – Tropicali di Sicilia. Insalata di riso venere con fragole e zucchinette su crema di avocado.
All’incontro hanno partecipato Alberto Firenze, Responsabile U.O. Risk Management e Qualità, Dario Bagarella, responsabile dell’impresa capofila del progetto TINFRUT, Agroqualità S.p.A. del gruppo RINA, Ildegarda Campisi, nutrizionista; Francesca Cerami, psicologa, del Comitato Esperti Idimed, Paolo Salerno, autore del libro “Il pesto Trapanese – il territorio in una ricetta” di– Edizioni Trapani welcome – 2022“ e Graziano Barbanti, autore del libro “33 alimenti ortofrutticoli, la natura protegge l’organismo” di Graziano Barbanti – Schena Editore – 2015
Uno spazio speciale è stato dedicato alla presentazione del progetto TINFRUT – Tecnologie innovative di processo e di prodotto standardizzate e certificate per la filiera dei frutti tropicali – PSR Sicilia 2014/2020 – sottomisura 16.1- “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura” – a cura del responsabile scientifico – Vittorio Farina – Unipa – con la partecipazione di alcune aziende rappresentative del progetto.
In conclusione, a tutti i partecipanti, è stato omaggiato il segnalibro Tinfrut, che ricorda di consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura di stagione al giorno.

Ospiti di Expocook 2022 con un piatto speciale che lo chef Francesco Giuliano ha regalato a noi di Tropicali di Sicilia – Grazie alla disponibilità delle aziende che fanno parte del Gruppo Operativo.
Il piatto di chiama – Thalía ricchezza isolana (deriva dall’antico nome greco Θάλεια (Thaleia), latinizzato in Thalia; etimologicamente, è tratto dal termine greco θᾰ́λειᾰ (thaleia), che significa “abbondanza”, “prosperità” (e quindi “abbondante”, “ottima”), in ultimo dal verbo θαλλώ (thallṓ, “sbocciare”, “fiorire”).
Alcuni momenti dell’evento, insieme al Direttore dell’Idimed, Francesca Cerami, e l’articolo che la prestigiosa rivista Pasticceria Internazionale ha dedicato al piatto.

 

Il nostro amico Giornalista che ama definirsi gastronomade, esperto di frutti tropicali, ha dedicato uno spazio alla Sicilia e ai nostri progetti.
Il servizio sul numero di dicembre di Dolcegiornale dedicato alle decine di varietà di frutti esotici che si coltivano in Sicilia. Le schede dei frutti con le loro qualità e utilizzo in pasticceria, gelateria e arti bianche e gli indirizzi dei migliori produttori.
Grazie Vittorio Castellani.

 

 

Leggi l’articolo –  PDF

www.dolcegiornale.it